I\’m not here to save you

La gente è il più grande spettacolo del mondo. E non si paga il biglietto. (C. H. Bukowski)

Archivio per aprile, 2008

Da un muro

bianco, insomma, non ti aspetti niente, non racconta nulla un muro, cazzo, eppure lo fissava come se fosse qualcuno. Voglio dire, non c’era nemmeno uno specchio, eppure. Spendeva sempre un po’, un po’ tanto, del suo tempo con quel muro, tirando fuori dal solito libro delle bugie qualche parola da rigurgitare all’occorrenza: “Si, tutto bene…”, “Non male, grazie”.
A guardarlo bene sembrava ci fosse il suo viso in quel muro, la sua stessa faccia riflessa. Voglio dire, non c’era nemmeno uno specchio, eppure.