I\’m not here to save you

La gente è il più grande spettacolo del mondo. E non si paga il biglietto. (C. H. Bukowski)

Archivio per settembre, 2007

Le stelle,

il cielo, quindi uscimmo a riveder le stelle. Dove sono? Le stelle. Le ho viste, vorrei vederle, vorrei rivederle. Le stelle, quante sono? Aver voglia di vederle, cercare le stelle è anche un po’ trovarle? Cercare è un po’ trovare? Aver voglia di cercare o dover trovare? E se non le trovi pur cercandole?

Se esprimi un desiderio é perché vedi cadere una stella; se vedi cadere una stella é perché stai guardando il cielo e se guardi il cielo é perché ancora credi in qualcosa (Bob Marley)

Si tratta

di terra bruciata a me intorno?? Sembrerebbe di si. Strunz.

Non mi sembra

sia capitato qualcosa da segnalare, oggi, né vicende ma il morale si è mantenuto buono per tutta la giornata. Prevedo lo stesso anche per domani. Positivo. Non credo proprio di sapere a cosa sia legata questa circostanza: l’accetto, ora mi basta. Mi rimbombano le parole, guardacaso!, di quel dritto di Bukowski:

e non mi vennero pensieri meravigliosi,
non mi vennero pensieri immortali,
e quello fu il momento migliore

(Vivere, Charles Bukowski)

(come commento al post la riporto integralmente)

Sticazzi. Sintesi e gommalacca, nel tutto calza bene. Grand’uomo, proteggimi.

stavo bene.
poi feci un bagno e tornai
a letto.

(Vivere, Charles Bukowski)

Buonanotte.

Che gente ragazzi,

che gente frequento. Persone indescrivibili, ma ci provo. Il cieco, il rincoglionito, il cretino, la bevitrice di stronzate, la rincoglionita, la magiara, il coglione, la bugiarda, il bugiardo per amore, l’innamorato straminchione, la shcantata, il brillante da circo, il pazzo da balaustra… Sono solo alcuni. Poi, i migliori: i coglionazzi che si ritengono furbi. Da loro partono le migliori minchiate che abbia mai visto.
Che roba, ragazzi. Ma ci rendiamo conto su che livello balliamo?? Ma, cazzodigiuda, abbiamo rotto tutti gli specchi?? Buttatevelalculo, è il miglior consiglio che riesco a recuperare. Buttatevelalculo.

(ci sono anch’io nelle descrizioni, non mi risparmio mai)

Ogni riferimento a fatti cose o persone realmente esistenti è da ritenersi casuale…

In diretta

dal treno che mi riporta a casa: che palle, che palle, che strapalle, che strapalle logore.

Come cazzo si fa quando gli eventi si moltiplicano senza senso? Capirne uno è peggio di un calcio nel culo.

Dave, abbi la pazienza di aspettare tempi migliori, stupido imbecille! Tutto arriva, ricordalo sempre!, per chi sa aspettare…

Racchiuse

in un palmo pochi suoi pensieri. La mano prese subito a sgorgare sangue, poi li scagliò contro un muro.

Contro un muro.

Contro un muro si schiantarono, si infransero. Una parete fra tante, dozzinale catasta di incubi e sogni incompiuti. Ordinaria, ce ne sono molte, ne vedi parecchie in giro.

Alcuni passanti, a volte, raccolgono quei frammenti dispersi credendo che siano ricordi.

Child in Time – Deep Purple

Dalla top ten della personalissima raccolta maudite. Mai più che mai, ora.

Un pezzo “da urlo” come pochi.

Waiting for the ricochet, of course, sweety.