I\’m not here to save you

La gente è il più grande spettacolo del mondo. E non si paga il biglietto. (C. H. Bukowski)

Arrivammo

dove non c’era più nulla da vedere e ci fermammo un po’ oltre. Raccoglievamo quel che c’era, un po’ di terra, qualche pietra, ci bastavano per riempire le nostre piccole sacche di cicatrici. Sentivamo il vento mugolare in lontananza e non sentirlo troppo vicino ci faceva stare bene, come d’inverno davanti al fuoco. Ognuno chiedeva a sé stesso il senso ed ognuno fingeva di darsi una risposta convincente, almeno per far coraggio agli altri. Non ci sentivamo sconfitti, forse soltanto perdenti, anzi perdenti e basta. Passarono d’affianco, amabili e vivaci, alcuni che scappavano via da quel posto. Correvano ancora più in fretta quando vedevano che noi lì ci stavamo bene: i primi provarono a trascinarci via, ma solo i primi. Qualcun’altro ci insultava.
Perdenti. Non ricordo quanto durò la sosta però ce la guadagnammo. Senza rimedio, riprendemmo la strada.
Ci perdemmo in un giardino, ci ributtammo in un deserto.

Annunci

No comments yet»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: