I\’m not here to save you

La gente è il più grande spettacolo del mondo. E non si paga il biglietto. (C. H. Bukowski)

Archivio per luglio, 2007

Ultima

giornata di luglio, giornata umida e con poco vento…  Resoconto del mese? Non saprei: caldo estenuante e palle squadrate, oltre questo, davvero, non saprei. Massì, dai, positivo. Altrimenti passo per pessimista. È andato discretamente bene. Tanto pareggiamo il prossimo o l’altro ancora…

Annunci

Ho le orecchie

gonfie di discorsi inutili (Peppe, nan t la si p’gghian, je p chedd), direi anzi proprio stronzate… Meglio se ritorno a studiare, mi isolo e studio ancora un po’…

Non porgermi

nulla, non tentare di ridurre le distanze tra noi. Ci conosciamo da un giorno ed è già troppo. Altri direbbero addio, ma non t’è nemmeno dovuto.

Continuerò

a rimandare l’inizio della mia estate sino all’ultimo giorno di luglio, studio ancora per il mio prossimo esame del 31. Spero non venga rimandato ai giorni successivi.
Che culo, il mio.

Stordito

dal pensare mio stesso, distinguo affaticato la fuga che m’incatena.
Incantevole catena,
a cosa mi ancori se di te sola il peso mi sfianca, se di te sola il peso mi brucia?

La Poesia

L’angosciante questione
se sia a freddo o a caldo l’ispirazione
non appartiene alla scienza termica.
Il raptus non produce, il vuoto non conduce,
non c’è poesia al sorbetto o al girarrosto.
Si tratterà piuttosto di parole
molto importune
che hanno fretta di uscire
dal forno o dal surgelante.
Il fatto non è importante. Appena fuori
si guardano d’attorno e hanno l’aria di dirsi:
che sto a farci?
Eugenio Montale, Satura

Mi nasconde

una mare senza riva, senza gloria. Inaccessibile. Perpetuo mi culla senza meta, indifferente.
S’infrange su di me e non lo sento, forse mai come prima in un sogno desiderato.
Non temo il suo abisso.
Altrove vorrai essere e nuoterò senza affrontarti.