I\’m not here to save you

La gente è il più grande spettacolo del mondo. E non si paga il biglietto. (C. H. Bukowski)

Gli passò

un cinquantino e già gli bruciava il culo per il monetino perso. Il semaforo s’era appena fatto rosso ed uno sbandato venne verso di noi. Non glieli passò subito, aspettò che le preghiere del malconcio diventassero pesanti come calci nel culo, quindi cedette. Il cinquantino a quello sbandato non bastava, ne voleva altri e continuava a lanciare calci nel culo a furia di preghiere – hei, amico- gli dico-tra poco diventa verde, va’ a scassare qui dietro, vedi quante belle macchine ci stanno- era un dritto e mi capì al volo, nonostante fosse strafatto di colla. Si, di colla, la colla la vedi subito in faccia ad uno sbandato… Non era verde che già stavamo in marcia, del resto su due ruote i semafori te li scansi più tranquillamente. Partimmo ed attaccò – sai, sono contento di averlo aiutato, noi non ci facciamo nulla con 50 centesimi, ma uno come loro ci campa- ma fanculo penso -sai per un vagabondo una monetina è un tesoro, poi se pensi che nel suo paese vale mille volte…. se il mondo va male è perchè nessuno fa quello che ho fatto io…- ri-fanculo penso e glielo dico, ma fortuna il vento ed il casco ci filtrano le parole. E finalmente rientriamo a casa. Il mondo è salvo, le mie palle sono salve.

Annunci

No comments yet»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: